fbpx
Tenuta all’aria: tutto quello che devi sapere

Indice

Tenuta all’aria: tutto quello che devi sapere
La tenuta all’aria è una delle caratteristiche più rilevanti per ottimizzare le prestazioni tecniche dell’involucro. Per poter superare in maniera positiva il test di tenuta all'aria è necessario progettare e realizzare in maniera corretta lo strato di tenuta all'aria.

Blower Door Test cos'è?

Tramite il blower door test viene valutata l’ermeticità di un edificio cioè il grado di tenuta all'aria.

La tenuta all’aria è una delle caratteristiche più rilevanti per ottimizzare le prestazioni tecniche dell’involucro.

Per poter superare in maniera positiva il test di tenuta all'aria è necessario progettare e realizzare in maniera corretta lo strato di tenuta all'aria.

Lo strato di tenuta all'aria nei tetti in legno è realizzato con un telo tenuta all'aria mentre negli edifici tradizionali la funzione viene svolta dall'intonaco.

Per questa ragione negli edifici tradizionali se si realizza una controparete in cartongesso senza intonacare il laterizio molto probabilmente non si otterrà un risultato adeguato con il Blower Door Test.

La tenuta all'aria è indispensabile per CasaClima progetti vincenti ed è un tema fondamentale per una CasaClima Gold.

Per approfondire cos'è un Blower Door Test, come funziona puoi vedere anche questo articolo:

Blower Door Test

I rischi di una cattiva tenuta all'aria

Un’adeguata progettazione e realizzazione della tenuta all’aria dell’involucro edilizio
garantisce:
- la riduzione di perdite per ventilazione;
- la protezione termica dell’involucro evitando repentine variazioni di temperatura;
- la riduzione del fabbisogno energetico;
- l’assenza di passaggio di suono in modo incontrollato;
- la riduzione dell’ingresso di eventuali inquinanti esterni o interni alla muratura (formaldeide, radon, pentano, ecc.);
- l’assenza di correnti d’aria incontrollate;
- la corretta funzionalità dell’impianto di ventilazione;
- l’assenza di condense interstiziali e il conseguente deperimento delle strutture o formazione di muffe nascoste o di carie bruna.

Come viene eseguito il Blower Door Test?

E' possibile verificare la tenuta all'aria serramenti tramite una prova con il Blower Door Test apposita chiamata A-Wert.

Il Blower Door Test permette di determinare il tasso di ricambio orario dell’aria causato dalle fessure, presenti nell’involucro edilizio, dovute alla cattiva posa in opera di porte e finestre o alla presenza di cavi elettrici passanti, condutture del gas o di difetti di costruzione.

La prova viene effettuata chiudendo tutte le aperture verso l’esterno (comprese le prese d’aria sui muri della cucina come prescritto dal metodo CasaClima) e azionando un ventilatore posto a occupare lo spazio di una finestra o di una porta al quale sono collegati degli strumenti che misurano la differenza di pressione e l’intensità del flusso di aria.

La misura viene corretta considerando la pressione atmosferica, la temperatura esterna e interna all’edificio e la velocità del vento.
L’assenza di una adeguata tenuta all’aria determina un passaggio incontrollato d’aria che, in inverno, contiene una considerevole quantità di vapor acqueo.

Questo vapore, durante la migrazione verso l’esterno, lambirà la porzione di stratigrafia fredda su cui si formerà condensa.

Nel caso di strutture lignee, questo costante deposito di acqua determina un ambiente ideale per la formazione di muffe tra cui la carie bruna.

Tra i principali funghi della carie bruna vi è il Basidiomycota (Palanti) che, secondo l’Istituto Superiore di Sanità (Mondello 2008), può provocare la criptococcosi, una micosi polmonare che può occorrere in pazienti già immunocompromessi.

Le medesime correnti d’aria che hanno causato la formazione delle muffe possono evidentemente anche veicolare le spore negli ambienti interni incrementando il carico di inquinanti interni - fattori di tipo biologico (Del Corno 2014) - fino a raggiungere il limite oltre il quale si può parlare della SBS (Sick Building Syndrome).

La tenuta all’aria degli edifici rappresenta, quindi, una indispensabile caratteristica tecnica per la protezione della salubrità degli ambienti interni.

Di seguito l'articolo pubblicato sulla rivista Officina dal titolo "I rischi di una cattiva tenuta all'aria".

Qui riporto tutta la pubblicazione. L'articolo si trova a pagina 34.

La tenuta all’aria è indispensabile in un edificio? anche in legno?

La tenuta all’aria è indispensabile per gli edifici ad alta e altissima efficienza energetica a maggior ragione se realizzati con il legno per una serie di motivi su cui suggeriamo di porre attenzione:

  1. per una questione termoigrometrica: l’aria calda e umida invernale, se transita verso l’esterno degli edifici, condensa nel raggiungere (all’interno della parete) il punto di rugiada determinando formazione di condensa e conseguente innalzamento locale della percentuale di umidità del legno il quale, sopra al 20%, viene degradato dalla carie bruna (fungo del legno) danneggiando irrimediabilmente il legno che perde così le sue prestazioni tecniche quindi strutturali
  2. per una questione di salubrità dell’aria: la formazione di carie bruna rilascia in ambiente spore che possono determinare infezioni all’apparato respiratorio
  3. la carie bruna degrada il legno e determina un incremento del passaggio d’aria
  4. per una questione energetica: il passaggio d’aria incontrollato determina l’ingresso di aria fredda o la fuoriuscita dell’aria calda e incrementa perdite energetiche
  5. il passaggio incontrollato d’aria determina uno sbilanciamento dell’impianto di ventilazione
  6. gli spifferi incontrollati creano discomfort agli utenti
  7. il passaggio d’aria determina passaggio acustico: più aria passa più il suono passa

Come realizzare una buona tenuta all'aria? La tenuta all’aria (come la risoluzione dei ponti termici) si progetta e non si può lasciare al caso o all’improvvisazione. Ancor di più deve essere realizzata da maestranze preparate o consulenti specializzati in materia e controllata dalla direzione lavori.  

Il Libro: "La tenuta all'aria nella pratica edilizia"

Dopo 4 anni di duro lavoro, per raccogliere e classificare il materiale presentato, è stato pubblicato:
“La tenuta all’aria nella pratica edilizia”
Perché è importante questo tema?
Anche nella redazione dell’APE convenzionale per il 110% è necessario definire quale sia la caratteristica di tenuta all’aria dell’involucro edilizio.
Maggiore è la permeabilità all’aria maggiori sono le perdite energetiche. In progetto e durante le verifiche energetiche si presume ci sia una permeabilità all’aria e dopo il cantiere una eventuale verifica con il Blower Door Test potrebbe verificare una permeabilità molto superiore determinando la perdita anche di due classi energetiche rispetto a quanto preventivato in progetto.
(Nel libro è presentata una case history)
Abbiamo pensato a questo volume proprio per evitare queste problematiche. Schemi, disegni e termogrammi fatti durante dei Blower Door Test mostrano proprio alcuni episodi di infiltrazioni gravi di aria: il famoso spiffero non è alleato della qualità dell’aria interna o del risparmio energetico oltre che provocare discomfort.
Il libro è stato scritto con il prezioso contributo di Norbert LantschnerBruno ZorziEnrico BaschieriLeopoldo BusaMassimo RossettiPlanungsbüro-Ufficio Tecnico Erlacher RubenFrancesco NesiAgenzia CasaClima - KlimaHaus AgenturLuca DevigiliStefano Mora, @Davide Barbato, APE FVGFabio DandriErnesto Antonini, Marco Marescotti, Glauco PerottiGigi BattistiniLoris Serrantoni, le preziose immagini di Claudio Cotugno.
Avrebbe dovuto partecipare anche il caro Marco Boscolo che si è tanto speso su questo tema.
Un grazie va sicuramente a chi mi ha aiutato a gestire le immagini e ha creato schemi, disegni ecc.
Giorgia Mancinelli, Mirca LanzoniCristiano CollesiSilvia Mazzoleni e Leonardo Tomasetto.
Il libro contiene numerosissimi schemi, esempi, foto e quanto utile per poter redigere dettagli che garantiscano tenuta all’aria sia per la parte edilizia che nei punti di passaggio impiantistici.
Le numerose foto di cantiere (accompagnate da schemi e disegni) possono essere utilizzate per trasferire le informazioni essenziali agli artigiani prima ancora di trovarsi in cantiere e dover correggere gli errori.
Ampia panoramica è stata dedicata ad errori riscontrati in cantiere mostrando l’effetto che si ottiene con termocamera e blower door test accompagnati da schemi e disegni per una comprensione maggiore del difetto costruttivo. Sono stati presentati dei suggerimenti per una corretta esecuzione della tenuta all’aria e per rimediare agli errori.
Un libro con una giusta parte teorica iniziale ma con una ampia parte pratica e di cantiere.

con il prezioso contributo di
Norbert Lantschner
Bruno Zorzi
Enrico Baschieri
Leopoldo Busa
Massimo Rossetti
Planungsbüro-Ufficio Tecnico Erlacher Ruben
Francesco Nesi
Agenzia CasaClima - KlimaHaus Agentur Luca Devigili
Stefano Mora
@Davide Barbato
APE FVG Fabio Dandri
Ernesto Antonini
@Marco Marescotti
Glauco Perotti
Gigi Battistini
Loris Serrantoni
Claudio Cotugno (per le numerose foto messe a disposizione!)

Un grazie va sicuramente a chi mi ha aiutato a gestire le immagini e ha creato schemi, disegni ecc.
@Giorgia Mancinelli Mirca Lanzoni Cristiano Collesi Silvia Mazzoleni Leonardo Tomasetto


Alcuni numeri
416 Pagine
240 Foto
104 Disegni
86 Schemi
79 Grafici
77 titoli in bibliografia
25 Termogrammi – foto ad infrarossi
47 Tabelle
16 Autori
7 CheckList
Legislazione tecnica
https://ltshop.legislazionetecnica.it/dett_iniziativa.asp...
Amazon
https://www.amazon.it/dp/8862193378/ref=sr_1_3...
IBS
https://www.ibs.it/tenuta-all-aria-nella.../e/9788862193375

Qui una breve anteprima del libro

Legislazione tecnica
https://ltshop.legislazionetecnica.it/dett_iniziativa.asp...
Amazon
https://www.amazon.it/dp/8862193378/ref=sr_1_3...
IBS
https://www.ibs.it/tenuta-all-aria-nella.../e/9788862193375

Comments are closed!

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti e annunci, per fornire funzionalità dei social media, per analizzare il nostro traffico. Condividiamo anche informazioni sull'utilizzo del nostro sito con i nostri partner di social media, pubblicità e analisi. Se non vuoi che vengano utilizzati i cookies ti invitiamo a lasciare la pagina. View more
Cookies settings
Accept
Decline
Privacy & Cookie policy
Privacy & Cookies policy
Cookie name Active

Who we are

Suggested text: Our website address is: https://domenicopepe.eu.

Comments

Suggested text: When visitors leave comments on the site we collect the data shown in the comments form, and also the visitor’s IP address and browser user agent string to help spam detection. An anonymized string created from your email address (also called a hash) may be provided to the Gravatar service to see if you are using it. The Gravatar service privacy policy is available here: https://automattic.com/privacy/. After approval of your comment, your profile picture is visible to the public in the context of your comment.

Media

Suggested text: If you upload images to the website, you should avoid uploading images with embedded location data (EXIF GPS) included. Visitors to the website can download and extract any location data from images on the website.

Cookies

Suggested text: If you leave a comment on our site you may opt-in to saving your name, email address and website in cookies. These are for your convenience so that you do not have to fill in your details again when you leave another comment. These cookies will last for one year. If you visit our login page, we will set a temporary cookie to determine if your browser accepts cookies. This cookie contains no personal data and is discarded when you close your browser. When you log in, we will also set up several cookies to save your login information and your screen display choices. Login cookies last for two days, and screen options cookies last for a year. If you select "Remember Me", your login will persist for two weeks. If you log out of your account, the login cookies will be removed. If you edit or publish an article, an additional cookie will be saved in your browser. This cookie includes no personal data and simply indicates the post ID of the article you just edited. It expires after 1 day.

Embedded content from other websites

Suggested text: Articles on this site may include embedded content (e.g. videos, images, articles, etc.). Embedded content from other websites behaves in the exact same way as if the visitor has visited the other website. These websites may collect data about you, use cookies, embed additional third-party tracking, and monitor your interaction with that embedded content, including tracking your interaction with the embedded content if you have an account and are logged in to that website.

Who we share your data with

Suggested text: If you request a password reset, your IP address will be included in the reset email.

How long we retain your data

Suggested text: If you leave a comment, the comment and its metadata are retained indefinitely. This is so we can recognize and approve any follow-up comments automatically instead of holding them in a moderation queue. For users that register on our website (if any), we also store the personal information they provide in their user profile. All users can see, edit, or delete their personal information at any time (except they cannot change their username). Website administrators can also see and edit that information.

What rights you have over your data

Suggested text: If you have an account on this site, or have left comments, you can request to receive an exported file of the personal data we hold about you, including any data you have provided to us. You can also request that we erase any personal data we hold about you. This does not include any data we are obliged to keep for administrative, legal, or security purposes.

Where we send your data

Suggested text: Visitor comments may be checked through an automated spam detection service.
Save settings
Cookies settings